coloniaIl Carnevale di Colonia sta confermando le brutte voci sui fatti successi a Capodanno. Nemmeno giunti al martedì grasso, già sono arrivate notizie drammatiche decine di donne violentate da gruppi di uomini appartenenti alla massa dei richiedenti asilo. Ci sono state oltre 224 denunce, di cui 18 per fatti a sfondo sessuale, una ventina di borseggi e 143 aggressioni. Sono stati feriti lievemente anche una decina di poliziotti intervenuti, anche se con un gravissimo ritardo e in modo molto sospetto.
Il sospetto è quello di una possibile provocazione razzista, stante il grave ritardo dell’intervento delle forze di polizia nonostante le decine di agenti presenti nella zona, per bloccare l’atteggiamento di attenzione e di solidarietà della Germania verso i migranti. Se così fosse i fatti sarebbero ancora più gravi, se questo è possibile, perché ancora una volta la donna viene “utilizzata”, in modo vergognoso e deplorevole, per fini vergognosi e ancora più deplorevoli. .

L’episodio più grave è capitato ad una ragazza di 22 anni che, alle 3 del mattino, stava tornando a casa. E’ stata avvicinata da un extracomunitario che le ha mostrato delle foto porno sul cellulare. Lei ha cercato di allontanarsi, ma il ragazzo l’ha rincorsa, l’ha aggredita e colpita con pugni e altro, facendole perdere i sensi. Quando la ragazza si è ripresa, ha capito di essere stata anche violentata ed è andata a denunciare il fatto alla Polizia. Basandosi sulla sua testimonianza, la Polizia ha individuato e fermato il responsabile: si sarebbe trattato di un ragazzo 17enne afgano, conosciuto alle forze dell’ordine per atteggiamenti violenti e per vari atteggiamenti violenti nei confronti delle donne, il ragazzo vive in un centro di emergenza profughi.
Teresa Paladini

LASCIA UN COMMENTO